Cavoli

Cavolfiori, Broccoli, Verze, Cavoli | Vendita Online  | Ortolano.it

I cavoli fanno benissimo alla nostra salute, e coltivarli ci rilassa tantissimo! Se anche tu ami coltivare i cavoli, la verza, i broccoli o il cavolfiore sappi che sei nel posto giusto!
La coltivazione dei cavoli ti darà grandi soddisfazioni, perché non necessitano di tante cure o attenzioni. Inoltre, questa tipologia di ortaggio si adatta bene anche ai terreni più difficili, ed è proprio per questo che siamo sicuri che non potrai sbagliare. Per avere cavoli freschi, e per provare l’emozione di raccoglierli direttamente dal tuo orto, non puoi che pensare di coltivarli!
Sul nostro shop online potrai trovare numerosi prodotti che sapranno sicuramente soddisfare ogni tuo desiderio e necessità. Che cosa aspetti a scoprire come coltivare direttamente a casa tua i cavoli nel tuo fantastico orto? Dai un'occhiata al nostro catalogo!

Cavoli: direttamente a casa tua e facili da coltivare

I cavoli sono i tuoi migliori amici se hai voglia di coltivare degli ortaggi nel tuo orto che non ti portino via tanto tempo, ma che ti permettano di ottenere piatti sani e gustosi da portare a tavola ai tuoi commensali. Oltre alla parte culinaria, c'è anche la parte di coltivazione vera e propria da prendere in considerazione. Infatti, il giardinaggio e la coltivazione dell'orto rappresentano entrambi un hobby che rilassa e distende i nervi. Per cui, se hai bisogno di un momento di relax e di serenità, vai all'aria aperta e coltiva i tuoi fantastici ortaggi. Vedrai la differenza!

Innanzitutto, sappi che i cavoli si adattano molto benegeneralmente al clima presente in tutta Italia. Quindi, come avrai ben capito, si adatteranno facilmente anche alle temperature della zona di casa tua senza problemi. Solitamente, questa tipologia di ortaggio è associata al periodo autunno-inverno . Non è detto però che possano essere coltivati ​​solamente durante i mesi più freddi dell'anno, infatti non ci sono problematiche particolari se decidono di piantarli in altri periodi al di fuori di quelli tipici.

È vero, i cavi sono molto resistenti a qualsiasi intemperia e alle temperature più rigide, ma tieni conto che la loro capacità di sopravvivenza a climi estremi è anche dati dalla fase di sviluppo in cui essi si trovano.Inoltre, pensa alla verza e alle sue spesse foglie. Grazie a queste ultime le verze riescono a ripararsi sufficientemente dal freddo per proseguire con il loro sviluppo in maniera sana, senza farsi influenzare troppo dalle fonti esterne.

Il terreno migliore dove mettere a dimora i cavoli è sicuramente quello ricco di sostanze organiche e nutrienti. Fondamentale, come sempre, lavorare bene il terreno per ottenere una giusta consistenza del suolo che dovrà essere prima ben arieggiato. Il pH ideale per questi ortaggi è quello basico. Perché?Pensa che se il terreno è troppo acido, i cavi soffrono parecchio fino a sviluppare delle malattie. Per esempio, la famosa ernia del cavolo . Una malattia altamente pericolosa per questi ortaggi, che non è neanche curabile con tipo di prodotto o accortezza.
È fondamentale che il terreno in cui alloggeranno i tuoi cavi sia molto ricco e nutrito. Ti consigliamo di trovare un posto ricco di azoto , zolfo e calcio per potere avere uno sviluppo di successo. Se necessario, potrai decidere di aggiungere alla terra anche del concime granulare o del letame .

Dopo aver preparato il terreno puoi pensare a come disporre i cavi nel tuo orto.
Ovviamente, tieni conto della tipologia di cavoli che scegli e delle dimensioni che raggiungeranno una volta che si sono completamente sviluppati e sono nel pieno della loro rigogliosità.
Broccoli e cavolfiori vanno tenuti almeno a 60 cm di distanza gli uni dagli altri; mentre verze, cappucci, e cavoli di Bruxelles vanno bene anche a 50 cm di distanza. I meno bisognosi di spazio sono sicuramente i cavoli rapa.

E l' irrigazione ? Devi sapere che i cavi sono altamente bisognosi di acqua. Essi hanno infatti una costante necessità di avere a disposizione risorse idriche . Tieni conto che più le tue piantine sono giovani e più necessiteranno di irrigazioni frequenti .Invece, con l'invecchiamento dovresti ridurre un po' questa frequenza basandoti anche sul loro aspetto esteriore. Cerca sempre, quindi, di non lasciarle appassire in alcun caso.

Ti stai chiedendo quando sarà il momento di raccogliere i cavoli che hai piantato? Solitamente, questi ortaggi si raccolgono dopo 70-100 giorni dal momento del loro trapianto.

Le varietà di cavoli

I cavoli sono davvero tanti, ecco per esempio i primi che ci vengono in mente: verza, cavolfiore, broccolo, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, cavolo cinese, cavolo rapa, e tanti altri.
Conosciuti come gli ortaggi più resistenti , essi hanno però delle particolarità che variano a seconda della loro tipologia. Ad esempio, i cavolfiori possono resistere a temperature particolarmente rigide, addirittura fino a -5°C. Ma abbiamo un'eccezione, ossia dobbiamo considerare la fase di sviluppo in cui si trovano. Infatti, se il cavolfiore ha già emesso l'infiorescenza, allora non potrà non subire danni dalle basse temperature a cui è esposto. Se invece non ha ancora emesso questa infiorescenza, allora non avrà alcuna ripercussione.
Il broccolo si comporta conseguentemente allo stesso modo, insieme anche a quasi tutte le altre tipologie di cavoli.

Un vaso di cavoli

Se hai intenzione di coltivare i cavoli in vaso sul tuo balcone, saprai già che avrai bisogno di spazi piuttosto ampi. I cavoli infatti si sviluppano molto e raggiungono dimensioni piuttosto importanti una volta cresciuti. Tutto sta nel trovare il vaso più adatto alla tipologia di cavolo che vuoi coltivare sul tuo balcone o in vaso nel tuo giardino.
Noi possiamo consigliarti di scegliere un vaso di dimensioni generose, che possa ospitare comodamente il tuo ortaggio senza costringerlo in spazi stretti, dove soffrirebbe inutilmente.
Prendi in considerazione di acquistare o di utilizzare, se ce l’hai già in casa, un vaso che misuri almeno 25 cm di profondità e almeno 30 di diametro. Per il resto, le linee guida sulla coltivazione dei cavoli sono sempre le stesse. Con l’accortezza, ovviamente, di irrigarli frequentemente durante la prima fase della loro vita.
Che cosa aspetti? Prova anche tu a piantare i cavoli nel tuo orto e vedrai che soddisfazioni che ti aspetteranno!