Gli involtini primavera sono un piatto sfizioso e gustoso che piace sia agli adulti che ai più piccini. Hai mai provato a prepararli in casa con le verdure che ti può fornire il tuo meraviglioso orto ? Leggi di più per scoprire quali segreti siamo pronti a insegnarti.

Ricetta Involtini Primavera

Involtini primavera fatti in casa

Gli involtini primavera sono una pietanza che ha avuto origine nell'estremo oriente e che, grazie al suo sapore inconfondibile, è arrivata non solo in Europa, ma anche negli Stati Uniti ed è riuscita a conquistare tutti. Alcuni sostengono che questo piatto sia stato inventato nei ristoranti cinesi sul territorio italiano, ma questa è una diceria che si sente spesso, di cui non si ha alcuna prova concreta.

Gli involtini primavera sono un piatto vegetariano che può essere preparato in pochi e semplici passaggi. Scopri con noi quali sono!
Innanzitutto, avrai bisogno di: 10 fogli di pasta fallo, 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva, 5 g di farina di riso, sale qb, 3 cucchiai di salsa di soia, 100 g di germogli di soia , 30 g dizenzero , 200g di carote , 200g di zucchine , 200g di cavolo verza , questi ultimi colti direttamente dal tuo orto e freschissimi.
Sbuccia le carote e lo zenzero, poi lavali con cura insieme alle zucchine e al cavolo verza. Una volta fatto ciò, taglia tutte le verdure, il cavolo verza a listarelle, tutte le altre andranno bene anche a cubetti o come preferisci tu.
In una padella wow versa dell'olio e falla riscaldare per bene. Quando è pronta soffriggi il tutto per 10 minuti e, in seguito, aggiusta di sale. Quando saranno passati circa 8-9 minuti, durante il soffritto, sfuma con la salsa di soia e aggiungi i germogli di soia.

Ritaglia i rettangoli di pasta fillo, sta a te scegliere le dimensioni, dipende se vorrai un involtino più corposo o uno meno grande. Per realizzare il collante che utilizzerai per chiudere l'involtino primavera, sciogli un po' d'acqua in un cucchiaino contente della farina di riso. Otterrai così una pastella utile per richiudere i tuoi involtini nel miglior modo, senza che si aprano durante la loro cottura.

Dopo aver ritagliato i tuoi rettangoli di pasta fillo, riempili con le verdure rosolate e poi chiudi il tuo involtino primavera. Per quanto riguarda la cottura, non esiste una sola giusta modalità per cucinare i tuoi involtini primavera. Noi ti consigliamo un buon compromesso tra gusto e leggerezza: la cottura al forno. Riscalda il tuo forno e una volta che sarà pronto, inserisci al suo interno su una teglia i tuoi involtini e lasciali cuocere per 10 minuti a 250°C .

Se preferisci ottenere degli involtini primavera più carichi, ti consigliamo di aggiungere anche una cipolla nella tua ricetta. E se non riesci per qualche motivo a reperire la farina di riso, ti saranno utili degli albumi per richiudere i tuoi involtini.

Senti già il profumo inconfondibile degli involtini primavera fuori dalla tua cucina? Grazie alle tue doti culinarie e al tuo orto, tutto questo è possibile! Cosa aspetti ad accaparrarti le piantine più rigogliose per realizzare le verdure più gustose?
Accompagna i tuoi involtini con della salsa di soia a basso contenuto di sale. Oppure potrai abbinarli alla salsa piccante se preferisci i sapori più decisi e forti!

Curiosità sugli involtini primavera

Gli involtini primavera hanno una storia molto lunga. Le loro origini, come già spiegato, sono collocate in Cina. Le prime testimonianze riguardanti questo piatto risalgono al 265 d.C. durante la dinastia Jìn. Fu proprio in quel periodo che si cominciarono a diffondere delle pietanze chiamate “piatti di primavera” che consistevano in torte salate ripiene di verdura e formate al loro esterno principalmente da una pasta sottilissima. Più avanti nel tempo si cominciarono a chiamare “torte di primavera”. Questa pratica venne portata avanti ancora per anni, fino ad arrivare anche alle dinastie Ming e Qing. Durante questo periodo, gli involtini primavera venivano consumati pensando che potessero scongiurare le sventure e i malanni. Presso la corte imperiale, nel frattempo, questo spuntino diventava sempre più celebre e amato. Nel tempo, gli involtini primavera hanno assunto delle dimensioni più contenute rispetto al passato.

Inoltre, esistono diverse varietà di involtini primavera. La più conosciuta in Italia è quella vegetariana, che include al suo interno i germogli di soia e le verdure. Invece, in Cina, a seconda della regione in cui vengono cucinati, possono essere preparati con ingredienti diversi. Esistono anche gli involtini primavera dolci. Lo sapevi? Ebbene sì, sono degli involtini preparati con una pasta di fagioli rossi che viene dalla regione dello Zhejiang.

Giuggiolo: coltiva nel tuo giardino la pianta delle giuggiole

Il giuggiolo è una pianta da frutto dalla storia e dalle caratteristiche molto interessanti. Coltivarla direttamente nel proprio giardino o in un vaso capiente sul proprio balcone non è difficile e ti darà tantissime soddisfazioni. Scopri con noi tutte le sue curiosità, come coltivarlo e andrai anche tu in brodo di giuggiole!

Muffin ai mirtilli ricetta: dall'orto alla tavola una vera prelibatezza

I mirtilli sono buonissimi e per questo sono utilizzati in molteplici modi in cucina, specialmente per preparare deliziosi dolci. Una delle ricette sicuramente più famose è quella dei muffin ai mirtilli, che con il loro sapore dolce e inimitabile sanno allietare le colazioni più frettolose e le merende delle giornate più grigie. Noi abbiamo già l'acquolina in bocca!

Coltivare frutti di bosco: scopri i segreti del mestiere

I frutti di bosco sono sono famosi e rinomati in tutto il mondo. Si utilizzano in diverse preparazioni in cucina, sia dolci che salate. Che cosa aspetti a coltivare direttamente a casa tua queste meravigliose piantine? Ti sei mai chiesto come coltivare i frutti di bosco? Se sì, sei capitato nel posto giusto! Coltivare i frutti di bosco è davvero il miglior modo per passare il tempo e godere di...

Ulivo: scopri come coltivarlo e come utilizzare le olive

La coltivazione dell’olivo è diffusa in tutta Italia, soprattutto nelle zone costiere del Mediterraneo e nelle zone lacustri come quella del lago di Garda. Scopri di più su come coltivare direttamente a casa tua il tuo ulivo! Se decidi di coltivare un ulivo nel tuo giardino, questo processo potrebbe interessarti. Perché infatti, tramite le proprie olive, non produrre un po' di olio? Ci sono tantissime varietà d...

Comments (0)

No comments at this moment