Tutti almeno una volta nella nostra vita ci siamo chiesti: “Ma confettura e marmellata sono la stessa cosa?”. Oppure: "Quando si dice confettura e quando marmellata?". Questo articolo ti svelerà la verità e chiarirà il dubbio che ti attanaglia!

Torta salata con zucchine: buona, sana e facile da preparare

La differenza tra confettura e marmellata

Se anche tu come noi ti sei hai chiesto “ che differenza c'è tra confettura e marmellata? ” continua a leggere: abbiamo deciso che è ora di svelare questo mistero! Capiamo quindi insieme quando è bene utilizzare l'espressione “ marmellata ” e quando invece è più corretto utilizzare il termine “ confettura ”.

Ciò che differenzia la marmellata dalla confezione sta nella composizione e nella consistenza . Infatti, la denominazione viene addirittura regolata dalla legge europea. La direttiva 2001/113/CE è stata recepita in Italia con il decreto legislativo numero 50 datato 20 febbraio 2004. In questo testo viene esplicitato che la differenza principale tra marmellata e confettura risiede nella composizione e nella consistenza delle due preparazioni.
In particolare, la marmellata contiene al suo interno almeno il 20% di zuccheri (escludendo però quelli che sono già contenuti naturalmente nella frutta che va a comporre il prodotto finale), può essere prodotta esclusivamente con agrumi  senza restrizioni riguardanti la quantità di polpa. Inoltre, la consistenza della marmellata è indicata come liscia e omogenea.

Per quanto riguarda invece la confettura , essa deve contenere almeno il 35% di zuccheri , escludendo sempre quelli che sono contenuti naturalmente nei frutti utilizzati. Inoltre, può essere prodotto con una varietà più ampia di frutti e non vi sono particolari restrizioni da parte del legislatore sulla quantità di polpa che deve essere presente nella ricetta. La consistenza della confettura può includere dei pezzi visibili di frutta o della scorza dei frutti. In questo modo la sensazione al palato e di conseguenza la struttura stessa risulta più densa e rustica, quindi anche più artigianale.

In breve, la differenza tra le due espressioni sta nel fatto che la quantità di zuccheri risulta differente nelle due preparazioni, insieme alla tipologia di struttura determinata dalla consistenza (omogenea o con pezzetti di frutta visibili).

Confetture e marmellate: un po’ di storia

L’invenzione della marmellata viene ricondotta alla famosa Caterina d’Aragona, che pare sia stata la creatrice della prima marmellata d’arance. Si dice infatti che Caterina, dopo il matrimonio con il re d’Inghilterra Enrico VIII provasse molta nostalgia verso la sua terra. Essendo nata in Spagna, precisamente a Madrid, Caterina senti la mancanza di casa e decise di creare una ricetta con uno dei frutti simbolo del suo territorio: le arance.
La storia della marmellata d’arance è poi legata anche ad un’altra sovrana: parliamo di Maria de Medici. Trasferitasi in Francia a seguito del matrimonio con Enrico IV, si portò a seguito cuochi, pasticceri e gelatieri toscani. In un periodo in cui la regina era fortemente carente di vitamina C, alcuni dei suoi servitori si recarono in Italia appositamente per recuperare gli agrumi pregiati. Per conservare al meglio la frutta durante il tragitto, si decise di prepararla sotto forma di marmellata e inserirla in alcune casse con sopra scritto “per Maria ammalata”. Una volta giunte in Francia, queste casse con incise sopra le scritte, venivano lette dai locali in questo modo “por marimalade” e da qui nasce il termine “marmelade”.

In realtà, l’origine di questo prodotto è ancora più antico. Risale infatti al periodo dei Greci, quando essi preparavano le mele cotogne insieme al miele, per addensare gli zuccheri e ottenere una conserva da consumare.

In conclusione, la sottile differenza tra confettura e marmellata è un arricchimento per il mondo culinario. La scelta tra la marmellata “liscia” e la confettura “densa” sta tutta nel gusto personale!

Orto di Primavera: consigli per trapianti di successo e gestione delle gelate tardive

Con l'arrivo della primavera, gli orticoltori attendono con entusiasmo l'inizio della stagione di trapianto nell'orto. Tuttavia, è fondamentale prestare attenzione alle gelate tardive e notturne che possono minacciare le piante appena trapiantate.Questo articolo esplorerà dettagliatamente strategie per ottimizzare il trapianto...

Sciroppo per la tosse fatto in casa: le ricette migliori

Durante i cambi di stagione, o quando le temperature scendono vertiginosamente, è frequente che ci si ammali più spesso del solito. La tosse è una delle fastidiose conseguenze che ci portiamo con noi dopo aver preso un colpo di freddo o se siamo stati esposti a uno sbalzo di temperatura. Scopri con noi quali sono le migliori ricette per realizzare autonomament...

Scopri come preparare le pesche sciroppate a casa tua

Le pesche sciroppate sono ottime come fine pasto o come merenda dolce, sana e squisita. Al supermercato le puoi trovare di varie marche, ma hai mai pensato a prepararle direttamente a casa tua? Magari utilizzando le pesche coltivate direttamente nel tuo giardino! Ricorda sempre di usare vasetti sterilizzati e pastorizzarli con molta cura perché ...

Confettura o marmellata: scopri la differenza con noi

Tutti almeno una volta nella nostra vita ci siamo chiesti: “Ma confettura e marmellata sono la stessa cosa?”. Oppure: "Quando si dice confettura e quando marmellata?". Questo articolo ti svelerà la verità e chiarirà il dubbio che ti attanaglia! Se anche tu come noi ti sei chiesto “che differenza c’è tra confettura e marmellata?” continua a leggere: abbiamo deciso che è ora di s..

Comments (0)

No comments at this moment