L’insalata iceberg è una tipologia di lattuga, chiamata anche “brasiliana”, che risulta molto semplice da coltivare. Anche se non sei famoso per avere il pollice verde, siamo sicuri che tu possa portare a compimento con successo la coltivazione di questo ortaggio.
Scopri con noi quali sono gli step fondamentali per assicurarti un raccolto... con i fiocchi!

Torta salata con zucchine: buona, sana e facile da preparare

Insalata iceberg: origini e coltivazione

L’insalata iceberg è una garanzia per tutti coloro i quali vogliono avere un buon raccolto senza troppi sforzi e impegni. Questa lattuga appartiene alla tipologia “a cespo” chiamata anche “lactuca sativa”. Fu scoperta nel secolo dell’800 in Nord America, e da allora viene coltivata anche nelle zone più fredde del pianeta. Il suo nome infatti deriva dalla forma e dall’ambiente in cui vive. Essa sembrava un iceberg attorniato di ghiaccio e quindi il suo nome deriva proprio da questa immagine.

Come si può coltivare l’insalata iceberg nell’orto o in giardino?
Si tratta di un vero e proprio gioco da ragazzi. Innanzitutto, bisognerà scegliere il periodo adatto per mettere a dimora questo ortaggio. Solitamente ti consigliamo di mettere a dimora le tue piantine di lattuga nelle mezze stagioni. Inoltre, prendi in considerazione il fatto che il terreno debba essere ben drenato e privo di ristagni d’acqua che generano livelli di umidità elevati (i quali portano al marciume delle radici e alla conseguente morte della piantina). Oltre a questo, il terreno deve essere ricco di sostanze organiche e morbido. Distanzia ogni piantina di circa 25 cm l’una dall’altra, e sistemale su delle file che distino almeno 40 cm l’una dall’altra.

Durante la crescita delle tue piantine sarà importante irrigarle nella maniera corretta, senza eccedere nelle quantità. Sarà importante considerare una certa costanza nelle tempistiche di innaffiamento, ma per il resto non dovrai pensare a null’altro.
Quando arriverà il momento della raccolta dei tuoi ortaggi, sarà meglio munirsi di guanti adatti al giardinaggio e di un mezzo che ti aiuti a tagliare il cespo della tua insalata iceberg.
Per esempio, potresti utilizzare un coltello ben affilato per aiutarti nella raccolta.

Innanzitutto, per costruire la serra dovrai prima pensare a dove posizionarla. La fase di progettazione è infatti molto importante per studiare gli spazi che hai a disposizione e le dimensioni della serra che vorrai poi realizzare. Sia che tu decida di posizionarla in balcone o in terrazzo, sia che invece tu preferisca averla in giardino, la serra farà il suo dovere e ti permetterà di ottenere grandi soddisfazioni dalla tua coltivazione.

Un elemento che non può assolutamente mancare è la luce. La serra dovrà tassativamente essere esposta ai raggi solari . Solo in questo modo potrà infatti funzionare. Con l'irradiazione del sole, i raggi vanno a scaldare l'interno della serra e in questo modo si mantiene una temperatura mite e costante al suo interno anche nei mesi dove le temperature sono più rigide e fredde. Attraverso questa modalità, la serra si scalderà producendo il famoso “ effetto serra ”.

Le dimensioni della serra devono garantire il giusto spazio per la crescita delle piante e per il movimento di chi vi opera al suo interno. Normalmente è lunga dai 10 agli 8 metri, e larga tra i 3 ei 5. I materiali più diffusi per la costruzione delle serre fai da te sono sicuramente l'acciaio e l' alluminio , quest'ultimo più costoso e performante.

Insalata iceberg: proprietà e utilizzo

L’insalata iceberg è una tipologia di vegetale che contiene al suo interno molte proprietà differenti e benefiche per l’organismo degli esseri umani. Le proprietà più famose sono le seguenti: elevata presenza d’acqua che la rende di conseguenza un cibo ipocalorico, privo di grassi, e quindi non nuoce e non altera i livelli di colesterolo nel sangue.
Si tratta di un piatto che è consigliato in qualsiasi dieta, dato appunto il suo scarso apporto calorico. Inoltre, non solo parliamo di un contorno leggero, ma anche di un piatto unico che può aiutare a migliorare la situazione del tuo intestino. In più, aumenta il senso di sazietà e agisce beneficamente sull’idratazione corporea in generale.

Quando vuoi realizzare un piatto leggero e senza sporcare la tua magnifica cucina, sai che puoi contare sull’insalata iceberg. Essa infatti non è solamente la regina dei piatti unici estivi, ma può essere gustata anche nelle stagioni più fredde come contorno o addirittura puoi anche cuocerla!
Le insalatone sono pratiche e appetitose, comode quando sei di fretta o quando devi pranzare in ufficio o fuori casa. Con l’insalata iceberg puoi metterti in pratica nello sperimentare diverse ricette e capire cosa ti piace di più o cosa fa più al caso tuo.
Con questo tipo di lattuga, ti consigliamo di preparare una fantastica Caesar Salad. Questa insalata contiene molti nutrienti al suo interno, e sa darti la carica giusta senza occupare il tuo tempo in cucina.

La Caesar Salad è ottima se preparata con l’insalata iceberg. Le sue origini si localizzano in Messico, ed è famosa per rappresentare un pasto completo e veloce. Per questo piatto ti serviranno: insalata iceberg, crostini, petto di pollo grigliato, olio extravergine d’oliva e grana padano o parmigiano reggiano per guarnire.
Una volta pulito il tuo cespo di insalata, potrai asciugarlo per bene in uno strofinaccio e dopo di che ti potrai dedicare alla preparazione dei crostini. Scalda i crostini in una padella e mettili da parte. Cuoci alla griglia il pollo e taglialo a listarelle. Se non hai una salsa caesar già pronta, munisciti dei seguenti ingredienti: 100g di yogurt greco, 2 filetti di acciughe, 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 3 cucchiai di parmigiano grattugiato, sale e pepe.
Inserisci tutti gli ingredienti in un mixer e frulla il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio. Lascia riposare la salsa per 15 minuti in frigo e poi sarà pronta per essere gustata da te e dai tuoi commensali. Infine, unisci tutti gli ingredienti in una ciotola e guarnisci con scaglie di formaggio.

Coltivare l’insalata iceberg è semplice e dà tante soddisfazioni. Cosa aspetti ad accaparrartene una piantina per cominciare a impratichirti con questa coltivazione nell’orto di casa tua?

Giuggiolo: coltiva nel tuo giardino la pianta delle giuggiole

Il giuggiolo è una pianta da frutto dalla storia e dalle caratteristiche molto interessanti. Coltivarla direttamente nel proprio giardino o in un vaso capiente sul proprio balcone non è difficile e ti darà tantissime soddisfazioni. Scopri con noi tutte le sue curiosità, come coltivarlo e andrai anche tu in brodo di giuggiole!

Muffin ai mirtilli ricetta: dall'orto alla tavola una vera prelibatezza

I mirtilli sono buonissimi e per questo sono utilizzati in molteplici modi in cucina, specialmente per preparare deliziosi dolci. Una delle ricette sicuramente più famose è quella dei muffin ai mirtilli, che con il loro sapore dolce e inimitabile sanno allietare le colazioni più frettolose e le merende delle giornate più grigie. Noi abbiamo già l'acquolina in bocca!

Coltivare frutti di bosco: scopri i segreti del mestiere

I frutti di bosco sono sono famosi e rinomati in tutto il mondo. Si utilizzano in diverse preparazioni in cucina, sia dolci che salate. Che cosa aspetti a coltivare direttamente a casa tua queste meravigliose piantine? Ti sei mai chiesto come coltivare i frutti di bosco? Se sì, sei capitato nel posto giusto! Coltivare i frutti di bosco è davvero il miglior modo per passare il tempo e godere di...

Ulivo: scopri come coltivarlo e come utilizzare le olive

La coltivazione dell’olivo è diffusa in tutta Italia, soprattutto nelle zone costiere del Mediterraneo e nelle zone lacustri come quella del lago di Garda. Scopri di più su come coltivare direttamente a casa tua il tuo ulivo! Se decidi di coltivare un ulivo nel tuo giardino, questo processo potrebbe interessarti. Perché infatti, tramite le proprie olive, non produrre un po' di olio? Ci sono tantissime varietà d...

Comments (0)

No comments at this moment