È giunto l'inverno e stai pensando ad un modo per mantenere le piantine del tuo orto sempre forti e vigorose? Con la serra fai da te il gioco è fatto! Non dovrai più preoccuparti del deperimento delle piante d’inverno a causa delle basse temperature. Il tuo orto sarà al sicuro e tu potrai godertelo tutto l’anno senza pensieri.
Sei pronto a scoprire come realizzare una serra proprio a casa tua?

Torta salata con zucchine: buona, sana e facile da preparare

Serra fai da te: come realizzarla in pochi e semplici passaggi

Costruire una serra potrebbe sembrarti un’impresa titanica, ma non è così. I benefici che la serra porterà al tuo orto sono ineguagliabili e ti fanno anche dormire più tranquillo di notte. Infatti, con questo tipo di protezione, le tue piante non dovranno più temere le gelate o le temperature fredde della stagione invernale. Avranno sempre un posto sicuro in cui rifugiarsi.

Ma la serra è favolosa anche per tutte le coltivazioni più delicate oppure quelle più specifiche e particolari, come le tropicali. Come avrai già ben capito, con la serra ogni coltivazione diventa possibile.

Innanzitutto, per costruire la serra dovrai prima pensare a dove posizionarla. La fase di progettazione è infatti molto importante per studiare gli spazi che hai a disposizione e le dimensioni della serra che vorrai poi realizzare. Sia che tu decida di posizionarla in balcone o in terrazzo, sia che invece tu preferisca averla in giardino, la serra farà il suo dovere e ti permetterà di ottenere grandi soddisfazioni dalla tua coltivazione.

Un elemento che non può assolutamente mancare è la luce. La serra dovrà tassativamente essere esposta ai raggi solari. Solamente in questo modo potrà infatti funzionare. Con l’irradiazione del sole, i raggi vanno a scaldare l’interno della serra e in questo modo si mantiene una temperatura mite e costante al suo interno anche nei mesi dove le temperature sono più rigide e fredde. Attraverso questa modalità, la serra si scalderà producendo il famoso “effetto serra”.

Le dimensioni della serra devono garantire il giusto spazio per la crescita delle piante e per il movimento di chi vi opera al suo interno. Normalmente è lunga dai 10 agli 8 metri, e larga tra i 3 e i 5. I materiali più diffusi per la costruzione delle serre fai da te sono sicuramente l’acciaio e l’alluminio, quest’ultimo più costoso e performante.

Tipologie di serre

Le serre non sono tutte uguali.
Ebbene sì, ne esistono di diversi tipi a seconda di quello che è il loro scopo finale. Queste tipologie si distinguono a seconda del loro uso, della loro struttura ma anche della temperatura. In totale sono 5. Per esempio, conosciamo le serre finalizzate alla coltivazione, quelle pensate apposta per forzare la crescita delle piantine, o per farle moltiplicare, e quelle per l’essiccazione dei prodotti agricoli. Poi abbiamo anche le serre idroponiche, dove non troviamo la terra ma un semplice substrato.

Le strutture delle serre possono variare, ne conosciamo principalmente due tipologie che sono: serra a tunnel, ossia la classica che vediamo spesso anche nei campi con una forma a ellittica o semicircolare, spesso realizzata in plastica; e poi la serra a falda, ideale per il montaggio di pannelli fotovoltaici, ha una forma con falde simmetriche o asimmetriche.

La temperatura è un’altra determinante che definisce la tipologia di serra di cui si parla.
In questo caso, abbiamo la serra fredda quando l’unica fonte di riscaldamento sta nel sole e nei suoi raggi, poi abbiamo la serra temperata che non raggiunge una temperatura inferiore ai 10°C e infine la serra calda che non vede la sua temperatura diminuire sotto i 16°C.

Guida veloce per la serra tunnel fai da te

Se vuoi proteggere le tue piante durante la rigida stagione invernale, la serra a tunnel è l’opzione già gettonata da molti. Innanzitutto, studia il progetto e capisci dove posizionare la tua serra a tunnel, come risulta esposta al sole e in quale materiale preferisci realizzarla.
Ricorda che è fondamentale che la tua serra a tunnel sia sufficientemente esposta al sole per ottenere il risultato desiderato.

Il materiale da usare per questa tipologia di serra va valutato attentamente, è fondamentale infatti per realizzare la serra nel modo corretto.
In questo caso, il materiale più adatto è sicuramente il poliestere trasparente o la plastica. Quindi il telo da apporre sopra alla serra dovrà essere realizzato in questa struttura. Altrimenti, anche il vetro va benissimo e risulta molto efficiente.
Quando avrai tutti i materiali a disposizione, sarà il momento di cominciare a mettere in opera la tua costruzione. Ecco tutto ciò di cui avrai bisogno: telaio in acciaio antiruggine o in alluminio, copertura di plastica, passo per archi di 150 cm, puntoni per l’ancoraggio e la stabilizzazione della serra sul terreno.

Come prima cosa, monta la struttura in acciaio o in alluminio partendo dal basso e lavorando poi verso l’alto. Gli archi vanno poi fatti passare nei binari e la struttura va successivamente ancorata e stabilizzata al terreno.

Se il procedimento ti sembra troppo difficile o non hai possibilità di montare da solo la serra fai da te, prendi in considerazione i kit di montaggio semplici e veloci che puoi trovare ovunque. Se non hai dimestichezza, sempre meglio non rischiare di farti male e affidarti a una soluzione più semplice e innocua!

La serra sul tuo balcone

La serra è adatta anche ad essere posizionata su balconi e terrazzi. Se non hai un giardino ampio, questa è la soluzione perfetta per te!
La serra sul tuo balcone ha una struttura simile a quella che abbiamo citato prima a tunnel, solo che le dimensioni sono ristrette e diverse per via degli spazi. Ti basterà quindi semplicemente ricalcolare le dimensioni e poi sarai pronto a dedicarti alle tue piantine in vaso! Sei pronto ad avere il balcone più vivace e colorato di tutto il vicinato?

Una volta costruita e montata la tua serra non potrai più fare a meno di utilizzarla e ringrazierai il momento in cui ti è venuta l’idea di realizzarla!

Giuggiolo: coltiva nel tuo giardino la pianta delle giuggiole

Il giuggiolo è una pianta da frutto dalla storia e dalle caratteristiche molto interessanti. Coltivarla direttamente nel proprio giardino o in un vaso capiente sul proprio balcone non è difficile e ti darà tantissime soddisfazioni. Scopri con noi tutte le sue curiosità, come coltivarlo e andrai anche tu in brodo di giuggiole!

Muffin ai mirtilli ricetta: dall'orto alla tavola una vera prelibatezza

I mirtilli sono buonissimi e per questo sono utilizzati in molteplici modi in cucina, specialmente per preparare deliziosi dolci. Una delle ricette sicuramente più famose è quella dei muffin ai mirtilli, che con il loro sapore dolce e inimitabile sanno allietare le colazioni più frettolose e le merende delle giornate più grigie. Noi abbiamo già l'acquolina in bocca!

Coltivare frutti di bosco: scopri i segreti del mestiere

I frutti di bosco sono sono famosi e rinomati in tutto il mondo. Si utilizzano in diverse preparazioni in cucina, sia dolci che salate. Che cosa aspetti a coltivare direttamente a casa tua queste meravigliose piantine? Ti sei mai chiesto come coltivare i frutti di bosco? Se sì, sei capitato nel posto giusto! Coltivare i frutti di bosco è davvero il miglior modo per passare il tempo e godere di...

Ulivo: scopri come coltivarlo e come utilizzare le olive

La coltivazione dell’olivo è diffusa in tutta Italia, soprattutto nelle zone costiere del Mediterraneo e nelle zone lacustri come quella del lago di Garda. Scopri di più su come coltivare direttamente a casa tua il tuo ulivo! Se decidi di coltivare un ulivo nel tuo giardino, questo processo potrebbe interessarti. Perché infatti, tramite le proprie olive, non produrre un po' di olio? Ci sono tantissime varietà d...

Comments (0)

No comments at this moment