La bella stagione si sta avvicinando, le giornate si allungano, i raggi del sole scaldano un po’ di più del solito il terreno. Questi elementi sono tutti segni che predispongono le giuste basi per l’arrivo della primavera e quindi della stagione della crescita e della rinascita dopo il rigido inverno appena passato. Certamente, in alcune zone non è ancora arrivato il caldo, e proprio per questo non bisognerà comunque abbassare la guardia e proteggere l’orto dalle eventuali gelate tardive.

Orto a marzo: quali lavori svolgere

Marzo è il mese che ci introduce alla stagione primaverile, dove tutte le piante rifioriscono e scoprono una nuova vita. Quale miglior periodo per mettersi all’opera nell’orto, sistemare il tutto e organizzarsi per il fantastico futuro che arriverà?
Scopriamo insieme come porre le basi per avere un raccolto prolifico nei prossimi tempi!

Per prima cosa, pensa a come riorganizzare il tuo orto in vista della primavera. È tutto in ordine? Sei pronto per partire alla grande con i prossimi trapianti? Cerca innanzitutto di ripulire il terreno dalle piante infestanti che danno fastidio ai tuoi ortaggi. Questo è un procedimento da svolgere periodicamente e richiede molta pazienza, ma sappiamo che se parti con il piede giusto avrai grandi risultati e soddisfazioni dal tuo lavoro.

Il riordino è un tema importante quando parliamo di coltivazione. Senza una giusta organizzazione e uno schema prefissato, ti sarà più difficile procedere. Devi rimettere a posto una staccionata? Riparare una parte della tua serra? Marzo è il mese giusto per rivedere questi piccoli dettagli che poi faranno la differenza più avanti. In più, assicurati che i canali di scolo del tuo orto siano puliti e liberi, di modo che riescano a funzionare nel momento del bisogno. Oltre a questo, attrezzati anche per il recupero dell’acqua piovana, fondamentale sopratutto nei mesi a venire che saranno caratterizzati da siccità proprio come quelli dello scorso anno.
Inoltre, prima di effettuare qualsiasi trapianto, pensa a come disporre le tue nuove piantine e lavora il terreno di conseguenza. Per esempio, aggiungi del concime alla terra per creare un composto ricco di nutrienti e adatto ad ospitare i tuoi prossimi ortaggi. Infatti, per preparare il tutto ai trapianti dei prossimi mesi, è fondamentale arieggiare il terreno in prima battuta, e aggiungere del letame o del concime a tuo gradimento in secondo luogo.
Come ultima cosa, ma non meno importante, presta attenzione a tutti quelli che sono i residui delle coltivazioni precedenti. Infatti, per la messa a dimora delle tue nuove piantine, non dovranno esserci residui di quelle precedenti. Controlla bene e assicurati di rimuovere tutti i residui vegetali a fine ciclo. Potrai decidere di inserirli in una compostiera, in una buca nel terreno o di bruciarli. In ogni caso sarà bene allontanarli.

Quali ortaggi trapiantare a marzo

Si sta aprendo la stagione e questo è sinonimo di rinascita ma anche di trapianto! Marzo è proprio il mese che apre una lunga fase di numerosi e variegati trapianti.
Se non vedi l’ora di trapiantare i tuoi nuovi ortaggi, leggi di seguito tutti i nostri consigli!
Ecco le piantine pronte per essere trapiantate in questo periodo: aglio, cipolla, scalogno, piselli, fave, ravanelli, porro, patate, barbabietole, cicoria, lattuga, cappuccio, spinacio, cardi, asparagi, ceci, indivie, e fragole.
Per quanto riguarda la messa a dimora delle patate, tieni conto che la profondità alla quale le collocherai influenzerà moltissimo la resa e la riuscita del raccolto. Per questo ti consigliamo di non piantarli a una profondità troppo elevata, poiché ciò causerebbe un ritardo importante nei tempi di raccolta. Se però pianterai i bulbi troppo in superficie, anche in questo caso ci saranno dei problemi siccome potrebbero essere maggiormente esposte alla siccità e inverdire velocemente. Quindi, ti suggeriamo di piantare le patate a circa 10-15 centimetri di profondità nel terreno. Facendo riferimento invece a cipolla, aglio, e scalogno, 3 centimetri rappresentano la giusta profondità di messa a dimora.

Per prima cosa, abbi l’accortezza di munirti di teli per coprire il tuo orto durante la notte perché durante il mese di marzo potrebbero esserci delle gelate tardive e inaspettate. Meglio farsi trovare pronti e preparati nell’eventualità in cui si verificasse questa situazione!
Dopo aver pulito il terreno dalle erbacce infestanti, e dopo averlo arieggiato e arricchito con del nutrimento, sarà il momento di trapiantare le nuove arrivate.
A fine mese, se hai un tunnel in cui proteggere le tue piantine, potrai pensare di cominciare a mettere a dimora i pomodori, insieme anche alle melanzane e ai peperoni.

Pensavi che il mese di marzo non fosse così ricco di opportunità e di nuove sfide per te e per il tuo orto? È arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e di mettersi all’opera per scoprire che cosa ti aspetterà nei prossimi mesi soleggiati!

Giuggiolo: coltiva nel tuo giardino la pianta delle giuggiole

Il giuggiolo è una pianta da frutto dalla storia e dalle caratteristiche molto interessanti. Coltivarla direttamente nel proprio giardino o in un vaso capiente sul proprio balcone non è difficile e ti darà tantissime soddisfazioni. Scopri con noi tutte le sue curiosità, come coltivarlo e andrai anche tu in brodo di giuggiole!

Muffin ai mirtilli ricetta: dall'orto alla tavola una vera prelibatezza

I mirtilli sono buonissimi e per questo sono utilizzati in molteplici modi in cucina, specialmente per preparare deliziosi dolci. Una delle ricette sicuramente più famose è quella dei muffin ai mirtilli, che con il loro sapore dolce e inimitabile sanno allietare le colazioni più frettolose e le merende delle giornate più grigie. Noi abbiamo già l'acquolina in bocca!

Coltivare frutti di bosco: scopri i segreti del mestiere

I frutti di bosco sono sono famosi e rinomati in tutto il mondo. Si utilizzano in diverse preparazioni in cucina, sia dolci che salate. Che cosa aspetti a coltivare direttamente a casa tua queste meravigliose piantine? Ti sei mai chiesto come coltivare i frutti di bosco? Se sì, sei capitato nel posto giusto! Coltivare i frutti di bosco è davvero il miglior modo per passare il tempo e godere di...

Ulivo: scopri come coltivarlo e come utilizzare le olive

La coltivazione dell’olivo è diffusa in tutta Italia, soprattutto nelle zone costiere del Mediterraneo e nelle zone lacustri come quella del lago di Garda. Scopri di più su come coltivare direttamente a casa tua il tuo ulivo! Se decidi di coltivare un ulivo nel tuo giardino, questo processo potrebbe interessarti. Perché infatti, tramite le proprie olive, non produrre un po' di olio? Ci sono tantissime varietà d...

Comments (0)

No comments at this moment