Le verze nascondono un vero e proprio mondo di proprietà e di benefici per l’organismo degli esseri umani. Sono facili da coltivare e non richiedono molte cure e attenzioni al di fuori della norma. Scopri con noi come ottenere delle fantastiche verze facendole crescere direttamente nell’orto di casa tua, e impara come cucinarle nel migliore dei modi!

Torta salata con zucchine: buona, sana e facile da preparare

Verze: verdura tutta da scoprire

Le verze, nome scientifico “brassica oleracea varietà sabauda”, appartengono alla famiglia dei cavoli. Le verze, comunemente chiamate anche “cavoli verze”, sono delle piante che hanno una storia lunghissima ed esistono da parecchi secoli sul nostro pianeta terra. Si tratta di piante che sono biennali dal fusto eretto coltivato in tutta la penisola italiana.

In un tempo molto lontano, erano famose tra la gente e venivano considerate un vero e proprio toccasana per la salute delle persone. Si diceva infatti che le verze avessero delle proprietà medicinali. Addirittura nell’antica Grecia, le verze venivano mangiate soprattutto dalle donne che stavano allattando i loro bambini. Ti stai chiedendo il perché? Semplicemente perché questo ortaggio si pensava avrebbe aumentato la produzione di latte.

Come si coltivano le verze

La coltivazione della verza ha origini antichissime ed è quindi praticata da molto tempo. Le verze si coltivano sopratutto nella zona centro settentrionale dell’Italia. Addirittura in alcuni paesini di queste zone si organizzano delle feste e delle sagre proprio dedicate alle verze durante i mesi di ottobre e novembre.

Per preparare al meglio il terreno nel quale andrai a piantare le tue verze, ti consigliamo di effettuare una vangatura profonda che permetta di far respirare la terra e di arricchirla con letame o altre sostanze organiche che riterrai opportune.
Questi ortaggi si adattano bene a qualsiasi tipo di terreno senza avere tante pretese, e sono molto resistenti anche alle temperature rigide tipiche della stagione invernale. Queste piante rustiche resistono alle gelate e quindi sono perfette per essere coltivate nelle zone più a nord del nostro Paese. Il clima nemico della verza è sicuramente quello siccitoso che presenta temperature al di sopra dei 30°C. La sua temperatura ideale si aggira tra i 15°C e i 20°C.
Per quanto riguarda il terreno, le verze sanno come adattarsi a qualsiasi situazione, ma necessitano di base un pH che risulti neutro per poter crescere rigogliosamente. Un terreno ricco di sostanze organiche faciliterà sicuramente il loro sviluppo, e un’annaffiatura costante le aiuterà a espandersi. Puoi utilizzare del letame per arricchire la sostanza organica del tuo terreno se risulta un po’ troppo povera.
Presta attenzione a non favorire la creazione di ristagni d’acqua nel tuo orto, poiché molti ortaggi tra cui le verze, non sono amanti dell’umidità e dell’acqua ristagnante che potrebbe danneggiare e far marcire le radici.

Attenzione alle malattie fungine che potrebbero attaccare la tua pianta, come per esempio la peronospora. Gli insetti più minacciosi per la coltivazione delle tue verze sono l’afide ceroso e i lepidotteri.

Verze: ricette

Le verze si usano spesso in cucina non solo in Italia, ma in tutto il continente europeo.
Si tratta di un contorno che accompagna frequentemente piatti a base di carne, ma anche pasta e riso, oppure formaggi freschi o stagionati.
La ricetta più famosa è quella della verza scottata in padella. Per realizzare questa semplice ricetta ti basterà munirti di: 1 verza, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, olio e acqua q.b., dado vegetale (possibilmente fatto in casa), sale e pepe q.b.
Per prima cosa lava le verze e tagliale a tuo piacimento, in una padella scalda un po’ d’olio a tuo piacimento. Dopo di che aggiungi nella padella la verza che hai precedentemente lavato e tagliato, falla rosolare per bene e aggiungi dell’acqua ogni qualvolta notassi che il composto diventa troppo asciutto e rischia quindi di bruciarsi sui tuoi fornelli. Rimetti sempre il coperchio perché si cuocia tutto correttamente e nel minor tempo.
Nel frattempo grattugia una buona quantità di parmigiano e mettila da parte, per il momento non dovrai aggiungerla al composto che cuoce in padella. Successivamente, macina un po’ di pepe e aggiungi un po’ di sale alle tue verze, e continua a mescolare perché tutti i sapori si amalgamino tra di loro. Una volta cotte le verze e asciugata l’acqua (se vuoi toni il coperchio alla tua padella) spegni il fuoco e aggiungi il parmigiano grattugiato.

Hai visto com’è facile coltivare e cucinare le verze? Che cosa aspetti a diventare un vero maestro in materia di verze?

Giuggiolo: coltiva nel tuo giardino la pianta delle giuggiole

Il giuggiolo è una pianta da frutto dalla storia e dalle caratteristiche molto interessanti. Coltivarla direttamente nel proprio giardino o in un vaso capiente sul proprio balcone non è difficile e ti darà tantissime soddisfazioni. Scopri con noi tutte le sue curiosità, come coltivarlo e andrai anche tu in brodo di giuggiole!

Muffin ai mirtilli ricetta: dall'orto alla tavola una vera prelibatezza

I mirtilli sono buonissimi e per questo sono utilizzati in molteplici modi in cucina, specialmente per preparare deliziosi dolci. Una delle ricette sicuramente più famose è quella dei muffin ai mirtilli, che con il loro sapore dolce e inimitabile sanno allietare le colazioni più frettolose e le merende delle giornate più grigie. Noi abbiamo già l'acquolina in bocca!

Coltivare frutti di bosco: scopri i segreti del mestiere

I frutti di bosco sono sono famosi e rinomati in tutto il mondo. Si utilizzano in diverse preparazioni in cucina, sia dolci che salate. Che cosa aspetti a coltivare direttamente a casa tua queste meravigliose piantine? Ti sei mai chiesto come coltivare i frutti di bosco? Se sì, sei capitato nel posto giusto! Coltivare i frutti di bosco è davvero il miglior modo per passare il tempo e godere di...

Ulivo: scopri come coltivarlo e come utilizzare le olive

La coltivazione dell’olivo è diffusa in tutta Italia, soprattutto nelle zone costiere del Mediterraneo e nelle zone lacustri come quella del lago di Garda. Scopri di più su come coltivare direttamente a casa tua il tuo ulivo! Se decidi di coltivare un ulivo nel tuo giardino, questo processo potrebbe interessarti. Perché infatti, tramite le proprie olive, non produrre un po' di olio? Ci sono tantissime varietà d...

Comments (0)

No comments at this moment