Il pesto di rucola è un vero e proprio piatto che può considerarsi un classico quando parliamo di salse e condimenti per la pasta e per i tuoi piatti più succulenti. Vediamo insieme come cucinarlo in maniera impeccabile per far rimanere a bocca aperta tutti i tuoi ospiti!

Torta salata con zucchine: buona, sana e facile da preparare

Pesto di rucola: dall’orto alla cucina

Ovviamente, non possiamo non partire dalle basi per realizzare un vero e proprio pesto di rucola con i fiocchi. La materia prima è fondamentale per cominciare con il piede giusto. Proprio per questo ti offriamo una breve guida che spiega come coltivare la rucola direttamente nel proprio orto, o anche sul balcone semplicemente ospitandola in un comodo vaso.
Se sei famoso per non avere il pollice verde, allora la coltivazione della rucola fa al caso tuo! Questa piantina è molto rustica, e quindi cresce bene anche in situazioni avverse. Non ha bisogno di particolari cure e di conseguenza resiste bene a qualsiasi temperatura senza richiedere alcuno sforzo da parte tua.

La rucola, come già spiegato, si adatta bene a qualsiasi clima. Sia che tu decida di coltivarla sul tuo balcone che nel tuo orto, presta attenzione ai ristagni idrici. È infatti molto importante che la piantina non sia annaffiata troppo abbondantemente. I ristagni d’acqua possono causare il marciume delle radici e compromettere così la vita della pianta. Per far sì che questo problema venga prevenuto già in partenza, sarà bene irrigare con moderazione e con frequenza regolare il tuo orto o la tua piantina trapiantata in vaso.
La rucola si comporta bene anche se esposta a temperature rigide. Questa piantina potrà sopportare il freddo fino ai 3°-5° C.

Il terreno perfetto per ospitare la tua rucola è caratterizzato da abbonante sostanza organica. Per il resto, andrà bene qualsiasi tipo di terra, la rucola non ha pretese neanche da questo punto di vista.

Se preferisci coltivare la rucola sul tuo balcone, ti consigliamo di non disporre troppe piantine in un unico vaso. Così facendo potrebbero crescere lentamente e darti poche soddisfazioni. Meglio disporre tutte le piante in modo che abbiano sufficiente spazio e riescano a svilupparsi correttamente.

Pesto di rucola: ricetta

Preparare il pesto di rucola non è complicato, richiede poco tempo e dà grandi soddisfazioni. Puoi decidere di utilizzare il tuo pesto di rucola sia per condire i primi piatti, come pasta, riso, farro, cous cous, e orzo. Inoltre, il pesto di rucola può essere usato per accompagnare secondi piatti a base di carne, oppure per insaporire le verdure con un pinzimonio diverso dal solito.

Vuoi realizzare un pesto di rucola classico? Ecco gli ingredienti per poterlo fare: 110 g di rucola fresca colta direttamente dal tuo orto, 100g di robiola o formaggio morbido come philadelphia, 30g di mandorle pelate, 30g di pinoli, 50g di parmigiano grattugiato, 5 foglie di basilico fresco, q.b. sale fino, q.b. olio di oliva.
Puoi preparare la ricetta in un frullatore o se preferisci fare a mano, usa un mortaio. Per prima cosa frulla la rucola nel frullatore o pestala nel mortaio. Successivamente, aggiungi il parmigiano grattugiato, i pinoli e le mandorle pelate. Continua a frullare o a pestare, e a seconda della consistenza del tuo pesto di rucola, vedi se aggiungere dell’altro olio d’oliva oppure no.

Ecco il tuo pesto di rucola pronto per essere assaggiato! Stupisci tutti i tuoi commensali con questa ricetta veloce, economica e gustosa.

Pesto di rucola light

Per chi è più attento alla linea o sta seguendo una dieta, può essere utile sapere che esiste anche una variante più leggera del classico pestala di rucola. Infatti, nessuno è obbligato a privarsi di questa vera e propria delizia. Il pesto di rucola light si prepara facilmente e velocemente, senza essere per forza dei maghi della cucina.

Per preparare il tuo pesto di rucola light dovrai prima di tutto munirti di 110 g di rucola fresca, meglio se del tuo orto; dopo di che ci vorranno 90g di anacardi (non salati) oppure pinoli, 1 cucchiaino di sale e aglio in polvere q.b., 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 20 ml di acqua naturale.

Sei pronto a rimboccarti le maniche e a preparare il pesto di rucola più buono del mondo?
Lava la rucola sotto l’acqua, asciugala con uno strofinaccio. Prendi il tuo frullatore preferito, inserisci dentro di esso tutti gli ingredienti della ricetta e comincia a frullare. Potrai utilizzare anche un frullatore a immersione, se preferisci. Quando avrai ottenuto un composto omogeneo allora sarà il momento di utilizzare il tuo fantastico pesto di rucola. Non hai intenzione di gustarlo subito? Nessun problema! Ti basterà conservarlo in frigo in un vasetto di vetro o in un recipiente di tuo gradimento. Il pesto di rucola si conserva benissimo fino a 4 giorni in frigo. Volendo è possibile anche surgelarlo.

Il pesto di rucola, che sia light o classico, è sempre un ottimo accompagnamento per primi piatti, per secondi e verdure. Se realizzato con la rucola colta direttamente dal tuo orto ha un sapore ancora più genuino, e ha una marcia in più! 

Giuggiolo: coltiva nel tuo giardino la pianta delle giuggiole

Il giuggiolo è una pianta da frutto dalla storia e dalle caratteristiche molto interessanti. Coltivarla direttamente nel proprio giardino o in un vaso capiente sul proprio balcone non è difficile e ti darà tantissime soddisfazioni. Scopri con noi tutte le sue curiosità, come coltivarlo e andrai anche tu in brodo di giuggiole!

Muffin ai mirtilli ricetta: dall'orto alla tavola una vera prelibatezza

I mirtilli sono buonissimi e per questo sono utilizzati in molteplici modi in cucina, specialmente per preparare deliziosi dolci. Una delle ricette sicuramente più famose è quella dei muffin ai mirtilli, che con il loro sapore dolce e inimitabile sanno allietare le colazioni più frettolose e le merende delle giornate più grigie. Noi abbiamo già l'acquolina in bocca!

Coltivare frutti di bosco: scopri i segreti del mestiere

I frutti di bosco sono sono famosi e rinomati in tutto il mondo. Si utilizzano in diverse preparazioni in cucina, sia dolci che salate. Che cosa aspetti a coltivare direttamente a casa tua queste meravigliose piantine? Ti sei mai chiesto come coltivare i frutti di bosco? Se sì, sei capitato nel posto giusto! Coltivare i frutti di bosco è davvero il miglior modo per passare il tempo e godere di...

Ulivo: scopri come coltivarlo e come utilizzare le olive

La coltivazione dell’olivo è diffusa in tutta Italia, soprattutto nelle zone costiere del Mediterraneo e nelle zone lacustri come quella del lago di Garda. Scopri di più su come coltivare direttamente a casa tua il tuo ulivo! Se decidi di coltivare un ulivo nel tuo giardino, questo processo potrebbe interessarti. Perché infatti, tramite le proprie olive, non produrre un po' di olio? Ci sono tantissime varietà d...

Comments (0)

No comments at this moment